Gli stranieri salvano la famiglia dal quasi annegare a Dunnville Bottoms

Una famiglia Menomonie sta ringraziando le loro fortunate stelle e tre uomini con tempir di fortuna dopo un quasi annegamento lo scorso fine settimana.

La notizia 18 ha incontrato quella famiglia al Dunnville Bottoms, dove hanno avuto luogo i momenti più spaventosi della loro vita.

Ci hanno accompagnato attraverso il loro calvario e ci hanno presentato due dei tre uomini che hanno detto salvato le loro vite.

La famiglia intendeva avere una domenica tranquilla e divertente lungo il fiume Chippewa, ma divenne rapidamente una situazione di vita o di morte.

“Abbiamo abbassato le nostre sedie, ho rotto una birra, non tanto girata di lato, e stavo correndo in acqua per ottenere entrambe”, ha detto Ken Dolle.

Quando Jamieson Satter, di 8 anni, nuotava un po’ troppo lontano dalla riva a dunnville Bottoms, i 10 anni Izaiah Dolle ha cercato di aiutare il suo amico, ma l’acqua era più turbolenta di quanto pensassero.

“Jamieson, era nel panico, naturalmente,” ha detto Juli Forester.

Adrenaline prese a calci per Ken Dolle, correndo a salvare suo figlio Izaiah mentre la sua ragazza Juli Forester stava disperatamente cercando di aiutare suo figlio Jamieson.

“Mi stava spingendo sotto e non riuscivo a farlo calmare, quindi mi stava praticamente annegando mentre cercava solo di rimanere sopra l’acqua”, ha detto Forester. “Mi sentivo come se fossi stato spinto in una lavatrice, solo girando, non sapendo veramente cosa fosse top, up o down.

La corrente stava prosciugando la loro energia, velocemente.

“Onestamente, ero in stato di blackout. Non riuscivo a sentire niente. Ero così esausta che ero pronta ad andare e pensavo che stavo per morire”, ha detto Dolle.

“Era così spaventoso perché sapevo di aver finito l’energia così velocemente, e sapevo che non ero stato lì dentro a lungo. Sembrava per sempre”, disse Forester.

Fortunatamente, due pescatori e un giovane a terra sentirono le grida di Forester per chiedere aiuto.

“Tischman strattolò l’ancora. Ho acceso il motore, siamo venuti e abbiamo visto che qualcuno l’aveva già avvicinata un po’ alla riva, ma sembrava che stesse lottando un po’, così abbiamo tirato su di lui e abbiamo preso il braccio su una delle rotaie leggere”, ha detto JW Fremouw.

“Abbiamo afferrato il bambino”, ha aggiunto Aaron Tischman.

“L’abbiamo portato sulla barca, gli abbiamo appena detto di resistere, l’abbiamo messo in giro per la riva e li abbiamo portati vicino a riva. E ‘stato finita abbastanza veloce,” ha detto Fremouw.

Fremouw e Tischman aiutarono Dolle e il suo ragazzo, mentre il giovane aiutava Forester e suo figlio.

“Ho ringraziato Dio ogni secondo da quando questo è accaduto per i tre uomini che ha portato nelle nostre vite per salvarci, perché non credo che saremmo qui”, ha detto Forester.

Ha descritto l’evento salvavita come un miracolo, ma i loro soccorritori hanno detto che stavano solo facendo la cosa giusta.

“Chiunque fosse su una barca avrebbe fatto la stessa cosa lì. Solo il tempismo fortunato è tutto,” ha detto Fremouw.

La famiglia ha ringraziato i tre uomini dando loro una cartolina scritta a mano, carte regalo e animali di peluche per i loro figli.

La famiglia ha detto che ci vorra’ un po’ prima che si sentano a proprio agio a tornare al Bottoms.

Se ti stavi chiedendo perché il figlio di Forester, Jamieson, non è apparso in questa storia, Forester ha detto che sta ancora guarendo mentalmente dal calvario.

Anche il terzo soccorritore Brett non voleva essere in macchina fotografica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *